Presentato il nuovo direttivo di Futuro e Libertà di Anzio

Anzio

Candido_De_Angelis_1Presente anche il Senatore Candido De Angelis. Tanti i progetti per la città del nuovo Circolo FLI

Davanti ai rappresentanti delle testate giornalistiche, è stato presentato il nuovo direttivo di Futuro e Libertà di Anzio. A fare da padrone di casa il presidente del Circolo FLI di Anzio Filippo Tettoia che ha spiegato ai presenti il compito che il partito anziate si impegna a portare avanti per essere sempre presente nel tessuto sociale e culturale della città neroniana. «Il Circolo Fli di Anzio – ha dichiarato Tettoia – oltre ad essere una sede politica, sarà un laboratorio di idee e progettualità che metterà in campo sul territorio neroniano e collaborerà anche, con le varie associazioni culturali e sportive, che sono l’anima della città e che si prodigano per mantenere vivi i valori, le usanze, le tradizioni e la cultura della nostra città.

I locali della sede di via Pietro Aldobrandini – ha continuato Tettoia - saranno aperti ai cittadini e li troveranno personale pronto ad accoglierli per varie segnalazioni di ogni tipo o per proporre idee da elaborare». Alla presentazione era presente tutto il gota anziate del Partito di Fini a cominciare dal Senatore Candido De Angelis, i consiglieri comunali Godente, Campomizzi e Presicce con il segretario politico Elio Castaldi. Tante le presenze giovani di questo direttivo che si compone di Paola Bruni per il settore delle pari opportunità, Gemma Gandolfo per il settore donne, Daniele Serpa per il settore sport e turismo, Flavio Persichini per il settore giovani, Paolo Giovannelli per il settore cultura, Egidio Novara per il settore sociale e terza età, Fabio Di Nicola per il settore scuola e prevenzione. Dopo Tettoia ha preso la parola Paola Bruni vice presidente del circolo FLI di Anzio: «Ringrazio uomini che credono nel mio lavoro, che credono nelle pari opportunità perché questi uomini, come me e tante donne di Anzio, parlano di libertà e di modernità. Uomini come il sen. De Angelis, il presidente Tettoia, il segretario Castaldi, i consiglieri comunali e tutto il gruppo che partono dal presupposto che noi donne possiamo essere una ricchezza anche nel sistema produttivo. A questi uomini chiedo di attuare le pari opportnità, il settore che rappresento, insieme a nuove politiche familiari, nuove politiche del mercato del lavoro e azioni che coinvolgano le donne e i giovani». In cantiere ci sono tante iniziative che riguarderanno la prevenzione e che coinvolgeranno studenti e genitori, come ha spiegato Fabio Di Nicola o progetti nel campo dello sport e del turismo come detto da Daniele Serpa. Il sen. De Angelis ha espresso il desiderio di organizzare ad Anzio, per ottobre, un grosso evento che possa smuovere il territorio e che risulti come una “chiamata alle armi” come l’ha definito lo stesso De Angelis. Lo sfogo del senatore De Angelis sulla politica anziate «Non mi riconosco in questa amministrazione» A margine della presentazione del nuovo circolo Fli di Anzio l’ex sindaco a ruota libera su porto e politica  Durante la presentazione del circolo di Anzio di Futuro e Libertà, il senatore Candido De Angelis, ex sindaco della città neroniana, si è lasciato andare ad uno sfogo sull’attuale situazione politica locale. «A livello cittadino – ha dichiarato De Angelis – le posizioni politiche oramai si sono cristallizzate e non credo che ci saranno nuovi scossoni o ulteriori passaggi». Pungolato dai giornalisti sul nuovo porto di Anzio il senatore, che ha lavorato per dieci anni a questa opera fondamentale per la città, se l’è presa con l’assenza di comunicazioni sugli sviluppi dell’iter per l’inizio dei lavori: «Esiste in questo momento un‘assenza di comunicazione, una mancanza  di notizie che secondo me è un errore. Si stanno facendo passi avanti importanti e la cittadinanza dovrebbe essere informata. Tra poco partirà la gara per iniziare i lavori e il 13 luglio partirà anche il piano vendita visto che ci sono già 2000 prenotazioni». Si è passati poi a chiacchierare sulla politica anziate e il discorso è finito inevitabilmente sull’amministrazione comunale: «L’attuale amministrazione non la sento più mia, non mi ci riconosco più – dichiara De Angelis  - si era partiti come naturale continuazione con l’opera che ho svolto io per dieci anni ma poi è stato tutto svuotato! Inoltre mi sembra che adesso l’opposizione se ne stia calma, tanto Candido De Angelis non c’è più!». E va poi giù pesante nel dettaglio: «Ormai sembra tutto fermo, opere pubbliche non se ne progettano e quelle già iniziate sono rimaste immobilizzate con il rischio di perdere finanziamenti e di vanificare le spese già sostenute. C’era in cantiere il centro sportivo di Villa Claudia, che fine ha fatto? Il nuovo palazzetto dello sport iniziato, che fine ha fatto? Il Vallo Volsco (per il quale abbiamo avuto anche una donazione di terreno) che fine ha fatto? Spero tanto che si riesca a portare a termine la Raccolta differenziata Porta a Porta». Appare amareggiato il sen. De Angelis e se la prende con l’amministrazione comunale quando ricorda la “sua” assessore alla Pubblica Istruzione Ivana Gregoretti: «Una tragedia come quella della scomparsa di Ivana Gregoretti, non è servita a far riflettere l’amministrazione per trovare un modo o un’iniziativa che la possa ricordare. L’amministrazione non sente né il dovere né tantomeno il piacere di fare qualcosa che possa ricordare una donna che per 10 anni ha fatto l’assessore alla Pubblica Istruzione. Questo è sintomatico di come ragiona l’attuale amministrazione!». E conclude il suo sfogo con una battuta, «Per fare politica servono gli Uomini, anzi l’Omini!»

Ultimo aggiornamento (Sabato 25 Giugno 2011 13:56)

 
Banner