Giovane marocchio al Pronto Soccorso con un coltello piantato nel braccio

Anzio-Nettuno

Al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti Anzio -Nettuno ieri sera si è presentato un uomo originario del Marocco, di 30 anni circa, alle 22 circa, con un coltello conficcato nel braccio.

I sanitari lo hanno medicato e subito hanno chiamato le forze di polizia per fare chiarezza sulla situazione. Il giovane, ha quindi raccontato la sua storia agli agenti intervenuti presso il presidio medico. Il giovane ha detto di essere stato aggredito da un gruppo di 5 stranieri, di non meglio specificata nazionalità. La banda avrebbe agito in zona Cretarossa, a Nettuno, prima gli avrebbe chiesto se aveva una sigaretta, poi del denaro, al suo rifiuto è stato prima malmenato e poi accoltellato. Una violenza brutale a seguito della quale gli stranieri gli hanno portato via rubato 1000 euro. Proprio per difendere questa somma l’uomo avrebbe opposto una fiera resistenza. La storia del giovane aggredito è al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di arrivare alla verità. Il giovane, che non è grave, ha avuto 15 giorni di prognosi.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 01 Dicembre 2017 11:54)